domenica 7 febbraio 2016

Sugar block club: Gennaio e Febbraio - January and February

Devo averlo raccontato già un milione di volte tuttavia mi sono avvicinata al patchwork Craftsy. E con Craftsy la migliore insegnante che abbia mai avuto: Amy Gibson. Ho mosso i primi passi in questo mondo grazie al suo Craftsy Block of the Month 2012, che occuperà per sempre un posto speciale nel mio cuore e sul letto della mia bambina. Quest'anno Amy ospita sul proprio blog il BOM Sugar Block Club 2016 e la novità 2016 è che l'iscrizione di base è gratuita. Ho già realizzato le piastrelle di gennaio e di febbraio e devo confessare che sono molto arrugginita. Entrambe le piastrelle sono tutt'altro che precise e il blocco di febbraio è tutto storto. Devo proprio migliorare (o forse è giunto il momento di recuperare un piedino da 1/4 di pollice e di smettere di andare a occhio!). In attesa della piastrella di marzo, c'è nessuno che si unisce a me?
(e ne sono stata inghiottita) durante la mia prima gravidanza. Non avevo mai toccato una macchina da cucire prima benché rappresentasse per me una fonte di immensa attrazione grazie ai bellissimi ricordi dei pomeriggi trascorsi accanto alla mia mamma che lavorava quando ero bambina. Iniziai con un corso in paese ma, essendo troppo incinta e dovendo stare a riposo, ben presto scoprii il mio eldorado: la piattaforma online

I must have said this thousands time, anyway, I got to know the quilting world (and fell completely in love with it) when I was pregnant with my first child. I had no idea how to use a sewing machine back then, even though it attracted me very much since I had wonderful memories of the afternoons I spent with my mom while she sew. I started out with a basic class in town but I was soon too pregnant and the doctor wanted me to rest so I discovered my El Dorado, the online platform Craftsy, and the best quilting teacher I've ever had so far, Amy Gibson. My first big quilting project was her Craftsy Blog of the Month 2012, which will always have a special place in my heart and on my daughter's bed. This year Amy is hosting on her blog the Sugar Block Club 2016 and regular membership is completely free. January and February are ready but I must confess that I need to refresh my skills. Both blocks are all but good and February is all off. I think it's time for me to buy a 1/4 foot and start aiming for more accuracy. Now, let's just wait for March. Anyone wishing to quilt along with me? 

mercoledì 27 gennaio 2016

Natale tutto l'anno - Christmas all year round

Veniamo ai propositi per l'anno nuovo e partiamo dal punto croce! Quest'anno ho deciso di ricamare Christmas Spirit Double Flip-it di Lizzie Kate, una sezione al mese, magari due ad agosto, in modo tale che sia pronto per far la sua bella figura il prossimo dicembre. Gennaio: Holly! Suddiviso su dodici tappe non è un progetto troppo impegnativo e conto di riuscire a rispettare le scadenze che mi sono data... l'altro progetto per l'anno in corso? Things Unseen Mystery Sampler: mi sono mangiata le mani per non aver partecipato al sal ma ho recuperato gli schemi e tutto il materiale e non vedo l'ora di cominciare... A proposito, mi sono ripromessa di non comprare nuovi schemi finché non avrò finito il Mystery. Lo scrivo qui, scripta manent.

Let's talk about New Year's resolutions and let's start with cross stitch. This year I'm going to stitch the Christmas Spirit Double Flip-it Series by Lizzie Kate: one flip-it each month, maybe two in August so that the banner is ready for the next holidays. January: Holly! It won't be very demanding if I keep up with my schedule. My other project for 2016? Things Unseen Mystery Sampler: I regretted not stitching along but I bought the charts and everything I need and I can't wait to get started. By the way, I solemny swear I will not buy any new chart until I'm done with the mystery. I'm blogging this, written words remain. 

domenica 17 gennaio 2016

Ogni cosa a suo tempo - To everything there is a season

Mio padre è venuto a mancare l'anno scorso. Non era una persona di molte parole e la malattia lo aveva reso ancora più silenzioso. 












A casa nostra si parlava poco, quasi affatto; così dopo un po' mi arresi e dopo averlo salutato e avergli raccontato dei bambini rimanevo seduta lì, a lavorare a maglia o a punto croce. Non apprezzava le arti femminili e finché avevo abitato con lui non aveva perso occasione per prendermi in giro o ammonirmi per la perdita di tempo. Restavo seduta accanto a lui con  il mio lavoro e rivivevo i momenti della mia adolescenza e giovinezza, lui a vedere la televisione e io in silenzio, a studiare o a ricamare, ora lui con lo sguardo perso e io sempre in silenzio. Stavo ricamando l'autunno delle Quattro Stagioni di Lizzie Kate il giorno prima che raggiunse mia madre. Ero innervosita perché c'era molto rumore e non riuscivo a contare le crocette delle foglie degli alberi, mi perdevo in continuazione. Non era il mio soggetto preferito ma a Rebecca piaceva tanto. Non ti accorgi che un momento rimarrà impresso per sempre nella tua memoria finché è passato, tuttavia posso ancora oggi sentire quei fili e il tessuto ruvido con una chiarezza e una verosimiglianza da trascendere il reale.Salutai mio padre e gli diedi appuntamento per l'indomani. Quando arrivai, borsa del lavoro pronta, il suo respiro era affannoso, morì la sera stessa. Non ebbi il coraggio di terminare il lavoro per mesi, per quanto mi tormentasse, ne trovai il coraggio all'incirca solo al primo anniversario della sua morte. Ho finito il ricamo i primi di gennaio e l'ho incorniciato giusto ieri. Un ricamo che quasi non mi piaceva significa ora tantissimo per me, mi ha accompagnato in un periodo difficile della mia vita e avrà per sempre un posto speciale sulla mia parete, e nel mio cuore.

My father passed away last year. He never talked much and after he got ill he talked even less. Talking was not really our thing at home, so, after a while, I gave up. I used to greet him when I arrived and tell him about the kids, then I just sat there and knit or stitched. He never liked crafts and as long as I had lived with him he never missed the chance to disapprove or to point out that I was just wasting my time. I sat there with my work reliving my childhood and youth: he used to be watching TV and I was quiet, studying or stitching, and now he had a blank stare and, still, I was quiet. I was stitching the Autumn section of Lizzie Kate's 4 seasons, the day he was reunited with my mother. I was a bit nervous because there was a lot of noise that day and I couldn't count the crosses forming the leaves of the trees well, I kept getting lost. That chart was not my first choice but Rebecca liked it so much. You don't realize you are living a moment that you will remember forever until it's gone. Even now I can feel those threads and that rough fabric under my fingers as they were here. I said goodbye. When I got there the following day, my WIP in my bag, his breath was short and labored. He died that night. For months I haven't been able to even pick up that work, although I kept thinking about it. I found the courage to only a couple of months ago, on the first anniversary of his death. I finished it at the beginning of the month and framed it yesterday. I really didn't like this chart but it now means so much to me, it followed me through a very hard time and will always have a special place on my wall, and in my heart.

martedì 18 novembre 2014

La foto dietro il mio racconto - The picture behind my story

Votazioni concluse per il primo episodio del concorso letterario "Lavorando a maglia" indetto da Di Lana e D'Altre Storie e, grazie ai vostri voti, il mio racconto è risultato il vincitore! Come promesso, pubblico la foto che ha ispirato la storia, per lo più autobiografica ma con un paio di licenze letterarie. Nel frattempo è stato pubblicato anche il tema del secondo episodio: il tempo che ho ritrovato. Partecipate numerosi: le storie migliori verranno raccolte in un libro i cui ricavati verranno devoluti in beneficienza. E poi è anche in palio una fantastica tazza portagomitolo artigianale!

Voting has been closed for the first episode of the writing contest hosted by Di Lana e D'Altre Storie "Lavorando a maglia" and thanks to all of you my story won! As I promised, I'm posting the picture which inspired my work, mainly autobiographic but with some literary licence in it. The theme for the second episode is now online: The Time I Regained. The best works will be published in a book which will be later sold for charity. And there's also a great prize for this month's winner: a handcrafted yarn bowl. Let's get started, guys! I almost forgot, all works must be in Italian.

mercoledì 12 novembre 2014

Concorso letterario "Lavorando a maglia" - Writing contest "Lavorando a maglia"

Di Lana e D'Altre Storie ha indetto un fantastico concorso letterario all'interno del proprio blog. Ogni mese un tema, una rosa di tre elaborati e alla fine un solo vincitore. Il mio racconto è arrivato tra i primi tre e ha bisogno dei vostri voti per vincere. Se vi va seguite questo link e votatelo, è il n. 1:
Grazie a tutti in anticipo!!!!!

Di Lana e D'Altre Storie is hosting a great writing contest over its blog. Every month you're given a topic, three works are selected and one of them, the one which gets more votes, win. My work was selected and I really need your help to win. Go to the link below and vote for Work no. 1:
All works are in Italian only but I would appreciate your help anyway.
Thanks in advance!!!!!

martedì 4 novembre 2014

La volta delle prime volte - Tho one with the first times

Quando si tratta di lavorare a maglia ci sono un paio di cose mi terrorizzano a morte: lavorare in circolare con i ferri a doppia punta e le trecce. Quest'anno quando è venuto il momento di scegliere il cappellino e la sciarpetta da abbinare al nuovo cappottino Pulcina è andata a botta sicura: SBC Braided Headband/Hat and Cowl Set di Knits by Katherine. Splendida scelta devo dire: trecce e ferri a doppia punta. Mi sono armata di tutto il coraggio del mondo e poco a poco sono arrivata alla fine. Sulle trecce mi sono dovuta ricredere, mi si è aperto tutto un mondo di possibilità, sui ferri a doppia punta no. Li odio ancora, con tutto il mio cuore e con tutta la mia anima. Ogni tanto è bello sperimentare... dovrei farlo più spesso. Inutile dirlo, la mia pulcina è superentusiasta del risultato.

When it comes to knitting there are a couple of things that scare me to death: knitting in the round with DPNs and cables. This year Becca chose without hesitation her new hat and cowl: SBC Braided Headband/Hat and Cowl Set by di Knits by Katherine Great choice, I must admit: she got both things together, cables and DPNs. I summoned all the corauge I could find and row after row I got to the end of it. I love cables, they are not so scary and offer a whole world of possibilities but I still hate DPNs, with all my heart and soul. It's fun to try something new from time to time... I should do that more often. Needless to say, my girl is head over heels with the result.

sabato 1 novembre 2014

E poi... si vince! - And then... I win!

Il negozio online Crazy Annie Stitchin' ha organizzato da qualche mese un fantastico giveaway. Ogni due settimane vengono estratti due fortunati a cui verrà recapitato uno schema incluso nella propria lista dei desideri. A ottobre è stato estratto anche il mio nome... E una decina di giorni più tardi: voilà! Polka Dots Matrioska di Madame Chantilly. Grazie grazie e ancora grazie! Ultimamente i miei progetti sono rimasti congelati ma magari per il prossimo anno... me lo vedo già in soggiorno!

The online shop Crazy Annie Stitchin' has this great monthly wishlist giveaway going on. Every fortnight they randomly draw two people who win an item from their wishlist and I was one of October's winners. Some ten days later guess what I found in my mailbox? Polka Dots Matrioska by Madame Chantilly! Thanks Annie, this is such a great gift! All my projects are pretty frozen at the moment due to lack of time.... but maybe next year. I can already see how it would look in my sitting room...